martedì 14 luglio 2015

Il viaggio

Mi hai raccolta come si fa con i gattini randagi,
sul marciapiede di una strada assolata in un caldo pomeriggio
di inizio autunno.
L'Amore, l'Amore è la risposta ad ogni domanda.
Con questa frase hai sbaragliato ogni mio dubbio,
ma il mio cuore umano era troppo piccolo e non seppe
contenere tutta la conoscenza contenuta nelle tue semplici parole.

Ti seguì nel fitto del bosco
e caddi innumerevoli volte.

Le tue braccia mi hanno rialzata ogni volta
il mio solo merito, aver ripreso la marcia.

Ed ora eccoci giunti.
Era qui che mi stavi portando: a casa.
La mia casa, la tua casa.
Ora inizia il viaggio vero, tutto ciò che è accaduto
fino ad ora era solo preparazione, allenamento.

I bagagli sono pronti.
Ho preso lo zaino con tutto l'occorrente:
il coraggio, la fiducia, l'Amore, senza non si può muovere
un passo.

Ok, andiamo, sono pronta.

mercoledì 13 maggio 2015

Caro H. K.


Questa sera sono accadute cose molto speciali. Piccole cose, nulla di eclatante, nulla che possa essere stato notato da altri. solo io so cosa è accaduto, solo io lo serbo nel cuore e ne porterò memoria er sempre. Ma per me si tratta di un vero miracolo e per questo, appena arrivata a casa, ho docuto scrivere questa lettere al mio Angelo Custode, per ringraziarlo e anche perché se non lo faccio il cuore potrebbe esplodermi per la gioia.
Ho pubblicato la lettera perché desidero che più persone possibili possano sapere cosa significa conoscere e seguire il proprio Angelo: è la cosa più bella del mondo! Così spero che questa piccola lettera ispiri molte persone a prendere contatto con il proprio Angelo Custode, vi cambierà la vita, vi renderà felici.


Mi hai trovata un giorno su una strada buia. Mi ero persa e non ricordavo più da dove venissi e chi fossi ma tu mi conoscevi da sempre. Tu sei l'eternità e di me conosci ogni piega ai lati degli occhi, ogni ruga della fronte, ogni fantasia o paura. Mi prendesti per mano e mi promettesti di riportarmi a Casa.
Gli Angeli, o spiriti guida che li si vogliano chiamare sono esseri meravigliosi. Non ci lasciano mai soli, consolano ogni nostro dolore e placano ogni nostra ansia. L'amore di cui è capace un Angelo custode è immenso, infinito, commovente. Egli non si spazientisce mai, comprende le nostre ansie, anche quando sono sciocche, anche quando ci ha dimostrato già mille volte che le nostre paure sono inutili. Egli, miracolosamente, sa perché ci è tanto difficile capire e allora ci rassicura, ancora una volta. Ancora una volta ci mostra di quale immenso amore ci ritiene meritevoli, come colmerò la nostra vita di attenzioni e luce.
Mio Amatissimo, nessuna delle mie parole possono esprimere la gratitudine che ho per te. Nessun mio sorriso sarà mai abbastanza radioso da suggerire di quale gioia mi fai partecipe. Nessuna delle mie azioni potrà mai valere uno solo dei minuti che sai dedicarmi. Ho solo la mia devozione per te, te la dono, con tutta me stessa, luminosa e sublime creatura.
Bimbasperduta.

giovedì 23 aprile 2015

Twitt angelico: Spiega le tue ali.


Sai parlarmi in mille modi, tu. Sai istruirmi con mille volti, tu. Sai guidarmi per i sentieri della paura come fossero campi fioriti. Sento le tue braccia cingermi e sostenermi nella mia ora più lunga. La tua dolce voce mi sussurra che tutto finisce, anche il dolore, che le crisi sono necessarie al cambiamento, che non devo essere perfetta ma perfettamente me stessa e che devo darmi tempo, tempo di guarire, tempo di guardare, di mettere ordine. Ora non trovo più parole, un tremore che parte del cuore, la lingua legata, fissità nel mio corpo, vuoto e luce nella mia mente incredula. Tu che sciogli le corde e liberi le mie ali. Metti radici e poi vola. Volerò perché tu sei qui con me.

Ti Amo, mio dolcissimo Amore.

sabato 4 aprile 2015

Rituale della Fenice


Si tratta di un rito di rinascita molto semplice che potete fare tutte le volte che avete necessità di liberarvi dei vecchi pesi ma che è perfetto per il giorno precedente Ostara o, come oggi, la Pasqua che è, in ogni caso, una festa di rinascita.

La sera, qualche ora prima di andare a letto, pulite e riordinate il vostro altare nel seguente modo.

Sedete davanti al vostro altare, salutate gli Spiriti, ringraziate l’Universo (o se preferite Dio) e pronunciate:

<< come io ordino quest’altare, così l’Universo (o se vi piace di più Dio) metta ordine nella mia vita>>, perciò iniziate a pulirlo e metterlo in ordine.

Visualizzate ogni impurità, ogni energia pesante, tristezza, disordine depositatosi sull’altare nel corso del tempo andare via. Di tanto in tanto, ripetete la formula iniziale per non dimenticare.

Quando l’altare sarà perfettamente pulito e ordinato accendete una o più candele, un incenso a vostra scelta e fate questa meditazione:

Fissate la candela per breve tempo, respirando profondamente (inspirate, abbassate il diaframma, riempitevi d’aria, espirate, alzate il diaframma). Sentite l’aria entrare fin nei vostri tessuti, rilassare ogni vostra cellula. Espirando visualizzate ogni tensione e impurità uscire e allontanarsi da voi.
Quando avrete la mente sgombra e il corpo rilassato visualizzate ogni vostra preoccupazione, osservatela mentre muore. Quando tutte le preoccupazioni saranno finite passate alle vostre gioie, alle vostre soddisfazioni, fino a che non resterete che voi stessi, nudi, senza più nome. Allora osservate morire, svanire, anche ciò che rimane di voi.

Quando sarete completamente morti voi a voi stessi alzatevi e andate a dormire senza dire una sola parola. Il mattino dopo alzatevi di buon’ora e annotate le sensazioni e i sogni fatti durante la notte.

Riprendete la meditazione. Visualizzate voi stessi che sorgete come un sole dalla terra o dal mare, guardate il vostro corpo contornato da una luce tenue, muovete i primi passi verso il mondo. Cercate tutti i particolari di questa scena, ogni volta che vi sentirete giù di morale rievocatela, rievocate le sensazioni provate e ogni preoccupazione e dolore svanirà.

Felice rinascita a tutti
Maga Igea.

mercoledì 1 aprile 2015

Twitt angelico: Grazie di esserci.


Anche oggi ti sei fatto sentire, sempre discreto, sempre in sordina, a volte, quasi non mi accorgo di te eppure, ogni mercoledì, ogni giorno cambi la mia vita, rinnovi me stessa, m'insegni qualcosa.
Quanto siamo piccoli noi umani in faccende affaccendati, persi dietro sogni e paure, aspettative e rimpianti! Se non fosse per Te avrei sprecato questo giorno ma tu sbuchi sempre all'improvviso, quando me lo aspetto, quando credo di non meritarlo e mi fai doni impensabili, portandomi a consapevolezze inimmaginabili.
Ti voglio bene, grazie di esserci.

sabato 21 marzo 2015

Creare uova colorate per Ostara


In tutto il mondo, comunque sia chiamata la Primavera, qualsiasi sia la leggenda che ne giustifica la celebrazione e qualunque sia la data di celebrazione, le uova sono simbolo dell'Equinozio.
Ecco qui qualche ricetta per realizzare un cestino di uova colorate.

Preparare l'uovo alla colorazione.

Possiamo creare cestini di uova colorati di due tipi: con uova vuote, oppure con quelle sode, ecco i metodi per realizzarli:

Le uova vuote

Fare un buchino (da una parte con un ago a punta fine e dall’altro con un ago a punta grossa) in ognuna delle due estremità dell’uovo e soffiare con forza nel buco più piccolo per far uscire il suo contenuto dall’altra parte, in una ciotola. Una volta svuotate del loro contenuto vanno lavate per bene al loro interno con una siringa con acqua e aceto, così non puzzano, e poi vanno risvuotate e lasciate asciugare per bene prima di procedere alla loro decorazione.

Le uova sode

In una casseruola mettere le uova e coprirle con l’acqua. Mettere la casseruola sul fuoco e portare l’acqua a ebollizione. Mettere sopra un coperchio e far bollire per 20 minuti circa. Gettare l’acqua calda e far raffreddare le uova sotto l’acqua corrente.
Ora passiamo alle diverse tecniche di colorazione:

Uova a tinta unita con colorazione naturale

Questa colorazione permette, oltre che di creare una bella decorazione per la tavola anche di mangiare le uova sode colorare in questo modo.
Potete colorarle di marrone, verde, giallo e rosso.

Marrone: Per il marrone bollite delle bucce di cipolla, oppure, usate acqua di tè miscelato con aceto. 
Verde: Usate foglie di edera e di ortica o acqua di spinaci cotti.
Giallo: Utilizzate zafferano cotto e cumino per il giallo.
Rosso: Succo di rape rosse o acqua di cottura delle barbabietole.

Le tecniche per la colorazione sono due:
- le uova possono essere messe in acqua calda colorata, addizionata di aceto. Questa tecnica fa ottenere colori intensi e brillanti.
- Le uova sono immerse per due ore in acqua precedentemente colorata e raffreddata.
Questa tecnica fa ottenere colorazioni più tenui e trasparenti.

Uova con disegni:

L'uovo cerato

Per fare l’uovo cerato si prende un uovo già colorato e si cosparge di colla vinilica o di cera fusa (a bagnomaria). Quindi, si mettono degli elastici di diverso spessore, per creare dei disegni astratti.
Quando la colla è asciutta, va immerso l’uovo in un secondo bagno di colore, il cui liquido deve essere freddo e va lasciato in immersione per tutta la notte. La mattina successiva vanno tolti la colla e gli elastici: sotto di esse il colore del secondo bagno non sarà trapelato e le uova saranno pronte, con dei bei disegni astratti.

L'uovo a disegni in rilievo

Si possono realizzare delle decorazioni in rilievo usando la colla a caldo per incollare tanti piccoli fiorellini secchi (per esempio le pratoline) o piccoli fiocchettini o paillettes e lustrini (con questi si possono creare anche dei disegni, per esempio delle righe, un fiore, il profilo di un coniglietto, delle stelline…).

Decoupage

Col decoupage si possono creare delle vere e proprie opere d’arte in maniera facile e veloce: consiste nell'incollare sopra al guscio dell'uovo con la colla vinavil delle immagini di pasqua ritagliate da fogli di carta da regalo o da tovagliolini di carta, e passarci poi sopra due o più mani di vernice flatting trasparente.

Decorazione con pennelli

 I disegni possono essere infiniti: da quelli tipicamente pasquali (coniglietti, pulcini, agnellini, campane, colombe, ulivo…) a disegni floreali o piccoli paesaggi o addirittura, per i più esperti, dei piccoli ritratti… o tutto ciò che la vostra fantasia vi suggerisce. 

Non so a voi, ma a me è venuta una gran voglia di decorare le uova per Ostara. Tre anni fai composi un cestino di uova per la celebrazione utilizzando il metodo della colorazione naturale a tinta univa ma, come potete vedere dalla foto in basso, il risultato non fi molto soddisfacente. Quest'anno mi cimenterò con le uova vuote, chissà cosa verrà fuori. Voi come intendete colorare le vostre uova?



mercoledì 4 marzo 2015

Twitt angelico: La guida infallibile


Ecco il twitt Angelico di oggi
Qualunque sia il vostro dubbio, qualsiasi tensione o preoccupazione abbiate, affidatela alle mani del vostro Angelo, Lui v’insegnerà la soluzione.
Non preoccupatevi mai di nulla poiché il vostro Angelo vi guiderà nella direzione giusta. Abbandonatevi con fiducia e si schiuderà un mondo di pace e armonia.

Scrivo questo dopo anni di prove.
All'inizio non sarà semplice. Siamo stati educati al controllo, a pensare che abbiamo il dominio delle cose, alcuni lo chiamano libero arbitrio, altri, responsabilità ma la verità è che noi non abbiamo il controllo di un bel niente, siamo su una nave senza timone, solo la corrente del fiume può guidarla.

Superare la paura della mancanza di controllo, essere consapevoli che non possiamo controllare tutto, anzi, che non è in nostro potere controllare, guidare gli eventi non è l'arrivo, ma il principio, perché tutto ciò non basta e lo so per esperienza diretta, esperienza fatta appena ieri, conclusasi oggi con questa piccola epifania che mi riempie di gioia e gratitudine.

Dopo la paura, ciò che impedisce di abbandonare il controllo è l'orgoglio, alcuni lo chiamano ego e non è semplice liberarsene ma quando, finalmente, accade, tutto si schiude come un'orchidea e ogni tensione scompare.

Io non ho più nulla da dire, sia perché questo post è solo un cinguettio, sia perché solo l'esperienza diretta potrà spiegare le mie parole perciò, amica o amico che leggi questo post, t’invito, prima di commentare, a sperimentare l'abbandono per una settimana. Saprai che ti stai abbandonando quando l'orgoglio s'impennerà e tu farai resistenza, allora sii forte e lasciati andare, cedi e i cieli si apriranno.