martedì 3 febbraio 2015

I proverbi della Candelora


La tradizione vuole che, dall'osservazione delle condizioni metereologiche e il conseguente comportamento animale, il giorno di Candelora si traggano auspici circa l'arrivo della primavera, vi presentiamo, di seguito, una serie di proverbi presi da Wikipedia. Notiamo, però che secondo alcuni proverbi la primavera è alle porte se per candelora il tempo è bello e se invece è brutto durerà ancora, secondo altri proverbi è il contrario, quale delle due soluzioni scegliere? Io propongo di osservare e registrare.

Ecco l'elenco dei proverbi, Le Luci si accendano nei vostri cuori.



Detto Romanesco

Quanno viè la Candelora da l'inverno sémo fóra,ma se piove o tira vènto,ne l'inverno semo drénto.



In Lombardia il detto equivalente:



Madona de la sceriôlade l'inverno sém fôra.Se'l piôf o tira vent,n'del'inverno sem dént.



Traduzione

Madonna della Candeloradall'inverno siamo fuoriSe piove o tira ventonell'inverno siamo dentro



Trieste per la Candelora c'e questo detto:



Se la vien con sol e borade l'inverno semo fora;se la vien con piova e vento,de l'inverno semo drento.



In Istria talvolta si aggiunge:



La Madona Candelora se la vien con sol e borade l'inverno semo fora;se la vien con piova e vento,de l'inverno semo drento,se la ven co'l serenàl'inverno xe passà.



Forlì e in tutta la Romagna, invece, il proverbio suona all'opposto:



Per la candlora, o ch'u piov o ch'u neva da l'inveren a sem fora;ma s'un piov, quaranta dé dl'inveren avem ancora.



Traduzione:

Per la Candelora, se piove o nevica, dall'inverno siamo fuori;ma se non piove, abbiamo ancora quaranta giorni di inverno.



In Toscana, similmente, il detto recita:



Se nevica o gragnoladell'inverno siamo fora.Se c'è sole o solicellosiamo ancora a mezzo inverno.Se c'è sole o sole tuttodell'inverno resta il brutto.



Ecco uno dei proverbi Calabresi riguardo alla Candelora:



Da Candalora, cu on avi carnis'impigna a figghjiola.



In Sicilia si suol dire:



Pa Cannilora a jaddina fà l'ova Pa cannilora du 'nvirn sim fora Pa Cannilora u brascirr fora.



Rotello in Molise si suol dire:



A Cannelora, a vernate jè sciute fore!Responne Sante Biase: "A vernate 'ncore trasce";Responne a vecchierelle: "Quanne scekoppe a Vecachelle";Responne u viecchie Semmejone: "Se vuo'sta cchiu' secure, quanne calene i meteture".



Traduzione:



Alla Candelora l'inverno è uscito fuori (passato)!Risponde San Biagio (3 febbraio): "L'inverno non è ancora arrivato";Risponde la vecchietta: "Quando sono sbocciate le gemme";Risponde il vecchio Simeone: "Per essere più sicuri, quando arrivano i mietitori.



Nel Napoletano si dice:



A Cannelora Vierno è fora! Risponne San Biase:Vierno mo' trase!dice a vecchia dint' a tana:nce vo' 'nata quarantana!cant' o monaco dint' o refettorio:tann' è estate quann' è Sant'Antonio!



Nel Tarantino si dice:



A Cannlor u'nvirn è for,ma c'proprij n vuè cuntà,notr e tant c' n' stà!



Nella Lunigiana si dice:



Se la piova per la Candelorade l'inverno semo fora,ma se la piova e tira ventode l'inverno semo dentro.

Nelle Marche (provincia di Pesaro-Urbino):



Alla Candelora,dall'inverne sin fora,ma se en ven fatt ben i contsin tel mess belpont.



Nelle Marche (provincia di Macerata):



CandeloraCandeloradell'inverno semo fora,se ce néngue, se ce piôe,ce n'è 'nantri quarantanôe.

Sardegna:

allonghiara da diri de unu passu de tintillu, traduco: il giorno si allunga come il passo di un pettirosso





Pesaro:

per la Candelora de l'inverno semo fora.. ma se n'ta fat ben el cont tsi ntel mez del pont"..
Traduzione: Alla Candelora dall'inverno siamo fuori, ma se non hai fatto bene il conto sei in mezzo al ponte cioè se oggi è una bella giornata l'inverno è finito, se è brutta siamo ancora a metà..